Sondaggio

Switch off, passaggio dall'analogico alla tv digitale, ti senti sufficientemente informato?

  • Sì, la campagna informativa è stata adeguata (43%, 107 Votes)
  • Nì, temo che i più anziani o distratti saranno in difficoltà (21%, 52 Votes)
  • No, poca o confusa (20%, 49 Votes)
  • Non so, non mi interessa (16%, 43 Votes)

Votanti: 251

Loading ... Loading ...

 

agosto: 2010
L M M G V S D
« lug   set »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Categorie

Commenti recenti

Link

Ultimi giorni del sondaggio (scadenza domenica 19 settembre): Villa Mattarello di Arzignano, monumento della “Vittoria Alata”

agosto 29th, 2010

IMPORTANTE
Ultimi giorni per votare il sondaggio (scadenza domenica 19 settembre)

L’attuale Amministrazione Gentilin ha provveduto a restaurarla e metterla in sicurezza riportandola all’antico splendore, ne abbiamo parlato nei giorni scorsi ed è emerso un dibattito interessante che ci induce ad interrogarci se, in un piano complessivo di rilancio storico e culturale del patrimonio cittadino, meriti una sistemazione complessiva ed una migliore collocazione per dare maggior lustro e visibilità ad entrambe le opere orgoglio della Città.

Lanciamo pertanto un sondaggio che consenta di proseguire questo dibattito tra i cittadini e gli amanti di questo splendido luogo di Arzignano.

Cosa ne pensi dell'ipotesi di valutare una nuova collocazione del monumento della "Vittoria Alata" del Mattarello?

  • Sono favorevole, una migliore collocazione darebbe maggior lustro a statua e villa. (54%, 85 Votes)
  • Sono contrario, sta bene così com'è adesso dopo il restauro. (33%, 52 Votes)
  • Non so/non rispondo. (13%, 19 Votes)

Votanti: 156

Loading ... Loading ...

Villa Mattarello di Arzignano, restituito all’antico splendore il monumento della “Vittoria Alata”

agosto 22nd, 2010

Villa Mattarello è uno dei luoghi più cari agli arzignanesi oltre che uno degli edifici storici più pregevoli della città, da molti anni il piazzale antistante ospita il monumento bronzeo della “Vittoria Alata” realizzato dalla scultore Egisto Caldana ed eretto nel 1922 a imperitura memoria dei caduti per la Patria. Questo monumento versava da anni in uno stato di grave incuria e grazie all’intervento dell’attuale amministrazione Gentilin è ritornato finalmente all’antico splendore, qui di seguito possiamo ammirare il pregevole lavoro che si è concluso poco meno di un mese fa.


Questo documento video mostra quanto urgente fosse l’intervento realizzato con grande professionalità e tempestività, ora, messa in sicurezza l’opera, ritengo occorra pensare all’ulteriore valorizzazione del monumento e della villa, magari pensando ad un rilancio complessivo che dia maggior lustro e visibilità ad entrambe le opere orgoglio della Città.

Lotta al “digital divide”, un impegno costante dal progetto Eldy all’estensione della Banda Larga

agosto 21st, 2010

Ecco una riflessione sullo stato di attuazione del progetto di innovazione tecnologica in provincia di Vicenza che prevede la lotta al digital divide tramite azioni di alfabetizzazione digitale (quali per esempio il “progetto Eldy” e azioni di “cultura della Rete”) e l’estensione della Banda Larga in particolare nei territori svantaggiati e presso le fasce deboli della popolazione.

Risparmio energetico e difesa del cielo stellato: Arzignano con Gentilin finalmente si “illumina di meno”

agosto 20th, 2010

Cari amici,

vi pongo dei quesiti: quale mese meglio di agosto ci fa apprezzare la bellezza del cielo stellato? Rinunceremmo mai ad ammirare il firmamento? Credo proprio di no, a maggior ragione se questo fosse la conseguenza di disattenzione e spreco, come nel caso del fenomeno chiamato “inquinamento luminoso“.

Questo è un tema che mi appassiona da molti anni, era il 2000 quando conobbi studiosi ed appassionati del calibro del prof Antonio Cinzano, Leopoldo Dalla Gassa e del concittadino Guido Panarotto con cui iniziammo un percorso rivolto al territorio provinciale in generale e arzignanese in particolare che ebbe delle tappe significative in un importante convegno a Venezia, nel dibattito in consiglio comunale e conseguente inclusione del tema nel nuovo Statuto e nell’adesione alle campagne di Radio 2 “M’illumino di Meno” , oggi però abbiamo un motivo di soddisfazione in più poichè, dopo la fase pionieristica e di sensibilizzazione degli anni scorsi, l’attuale amministrazione Gentilin sta producendo fatti concreti che incidono significativamente riducendo le fonti inquinanti, ne dà conto il Giornale di Vicenza nell’edizione odierna attraverso l’articolo che riporto di seguito e che rende merito di un lavoro sinergico tra il settore Ambiente e Lavori Pubblici dell’assessore Angelo Frigo e quello della Polizia Locale dell’assessore Enrico Marcigaglia. Che soddisfazione! :-)

Vacanze 2010: tappa finale a Salisburgo, appunti di viaggio

agosto 19th, 2010

Salzburger Festspiele 2010, rappresentazione con maxischermo di "Papageno" in piazza

Ferie concluse con il rientro dalla seconda e ultima tappa a Salisburgo, visitata in occasione della 90ma edizione del Salzburger Festspiele, rassegna musicale lustro ed orgoglio di questa bella e colta città.

Sono parecchie le ragioni per considerare ben scelta questa tappa, riporto alcuni scatti che mi inducono a considerare questa città come un bel modello da studiare in quanto a vivibilità, ordine e capacità di attrarre turismo mediante la cultura e la storia. Penso a quante volte ce lo diciamo in Italia e a quanto poco lo pratichiamo rispetto alle nostre potenzialità, per poi dovercelo ripromettere ogni volta che si fa tappa appena fuori dalla porta di casa…  ma questa è un’altra storia!

Ovviamente una settimana è poca cosa per poter dire di aver “vissuto” un luogo, però quello che ho visto mi è piaciuto e me ne sono ritornato a casa soddisfatto per l’esperienza.

Opere d'arte nel parco e sfondo della Fortezza Hohensalzburg

(continua…)

Progetto “No Paper”, risparmiati 115 mila fogli di carta

agosto 16th, 2010

Continua con soddisfazione il progetto “No Paper”, risparmiati 115 mila fogli di carta, ecco numeri e risultati.

Auditorium nella Cittadella degli Studi di Arzignano, dopo anni di altrui inerzia, una promessa mantenuta

agosto 12th, 2010

Finalmente! La storia infinita scritta in questo capitolo (vedi le “puntate degli anni precedenti”) ha avuto la parola fine. Purtroppo negli anni di vacche grasse si è perso tanto tempo e tanti soldi che potevano esser fatti risparmiare al bilancio comunale, acqua passata e colpe di chi ci ha preceduti che i cittadini hanno già valutato in campagna elettorale un anno fa, l’importante era ripartire da dove il progetto si era incagliato e questo è stato fatto rapidamente grazie all’assessore comunale Angelo Frigo e all’assessore provinciale Nereo Galvanin, il risultato è l’approvazione (unanime!) della delibera che stabilisce tempi e modalità.

Una promessa già mantenuta rimediando ad anni di inerzia, adesso si prosegua!

Auditorium Arzignano, Giornale di Vicenza, 24_giugno_2009

2009, sindaco Gentilin, dopo le elezioni di primavera cambia l'amministrazione e finalmente si stringono i tempi, ma ci sono voluti 3 sindaci e 5 anni! Peccato soprattutto perchè la crisi ed il Patto di Stabilità non permettono più di avere le risorse di un tempo!

Con Provincia e Regione arriva la Banda Larga in Alta Valle del Chiampo

agosto 10th, 2010

Soddisfazione per come procede il progetto di riduzione del digital divide tramite l’estensione della Banda Larga nelle zone più svantaggiate della provincia grazie all’accordo con la Regione Veneto di cui abbiamo dato conto nei mesi scorsi. Qui si delinea lo stato del servizio nei comuni dell’Alta Valle del Chiampo che, grazie all’interessamento dei sindaci di Altissimo, Crespadoro, San Pietro Mussolino, Nogarole e del consigliere provinciale Massimo Confente, hanno sempre seguito con attenzione ed interesse il progetto della Provincia.

Vacanze 2010: qualche buona lettura in attesa di San Lorenzo (parte seconda)

agosto 8th, 2010

In attesa della notte di San Lorenzo, annoto che ieri qui a Jesolo è stata una splendida serata per osservare il cielo e le sue costellazioni grazie ad un cielo privo di luna, ad una bicicletta e ad una stradina che costeggiando il canale da Cortellazzo si addentrava all’interno della campagna. Direzione nord: l’Orsa Maggiore, poi, dirigendo lo sguardo verso est, via via la stella polare e la relativa costellazione dell’Orsa Minore, la W rovesciata di Cassiopea a cui sono particolarmente affezionato, la croce del Cigno sullo zenith, ecc… Possibile che ogni volta che mi soffermo sul firmamento, pur avendolo già ammirato innumerevole volte, si rinnovi il sentimento di stupore e di ammirazione come se fosse la prima volta? Forse perchè lo spettacolo non è mai sempre lo stesso per la soddisfazione di scorgere o riconoscere una stella in più, o per la rievocazione di qualche mito che aveva ispirato gli antichi osservatori, o per le suggestioni parafilosofiche che induce l’infinitamente grande di fronte al quale ci si sente minuscoli e provvisori? Ogni volta che ci rifletto mi confermo l’impegno a non dimenticare mai di rendere omaggio a tanta bellezza e di contribuire a irradiarla a chi desidera condividerla, è uno di quei tesori che diventa più prezioso se lo godi con altri.

Detto questo non posso esimermi dal lasciare una mappa per chi avesse la curiosità di seguire il cielo di agosto e ripercorrere i miei stessi passi sulla volta celeste!

E ora veniamo a noi, mi ero ripromesso di condividere gli spunti più interessanti e originali che avessi rinvenuto dal libro di Alvise Zorzi “La vita quotidiana a Venezia nel ’500”, eccone alcuni riguardanti le Istituzioni a cui viene dedicato un capitolo intero:

gli aspetti descritti riflettono un assetto costituzionale di una repubblica che, pur avendo mezzo millennio di anni di distanza dalla nostra, probabilmente era angustiata da molti analoghi problemi dei giorni nostri, segno che gli uomini e le loro inclinazioni spesso sono le medesime pur al variare dei tempi, le soluzioni adottate erano però ingegnose e degne di nota, per eleggere il Doge, per esempio, si provvedeva alla selezione di quarantuno grandi elettori attraverso una procedura talmente complessa (estrazioni a sorte, elezioni, eliminazioni, nomine) che era addirittura un motivo di grande curiosità e di studio per principi e signori forestieri (quali per esempio gli Aragonesi, i Lorena, gli Estensi, i Gonzaga, i Valois, gli Orsini, i Farnese e molti altri tra i maggiori casati del tempo) aggregati ad honorem al Maggior Consiglio in cui avveniva il rito, ma al contempo costituiva una valida garanzia contro il pericolo sempre incombente di sotterfugi e brogli, la cui repressione era una costante ossessione per il bene comune. E qui veniamo alla curiosità che volevo segnalare: il broglio. (continua…)

Vacanze 2010, qualche buona lettura, in attesa delle stelle cadenti

agosto 2nd, 2010

Da oggi ufficialmente in vacanza, trascorro quasi incredulo della felice condizione la tradizionale settimana al mare e riscopro un libro che mi appassionò giusto un anno fa, proprio qui, proprio in spiaggia, proprio a Jesolo. Di cosa tratta? Per chi fosse incuriosito leggo un breve passaggio che descrive l’oggetto di queste letture, si tratta di una Città (notare la maiuscola), anzi, di un modello che potrebbe fornire abbondante ispirazione anche ai giorni nostri: “Questa città, commun domicilio di tutti, terra libera né mai da niuno subiugata come tutte le altre, edificata… non da pastori come Roma, ma da populi potenti, et ricchi, et quellhoro (coloro) che da indi in qua sono stati sempre obstaculo a’ Barbari… tra le fluttuose onde del mar sta in mezo il vertice del pelago quasi come regina…“.
Questa è la descrizione che Marin Sanudo (lo storico umanista e brillante politico, conosciuto anche come Marino Sanuto il giovane) cinque secoli fa offriva della sua Venezia e che l’autore del nostro libro riporta in apertura de “La vita quotidiana a Venezia nel ’500, il secolo di Tiziano“, in attesa della notte delle stelle cadenti, in occasione della quale riporrò per qualche giorno questo libro per consultarne un altro che mi rinfreschi le notizie geografiche su astri e costellazioni, sottoporrò magari qualche spunto interessante all’attenzione di quei quattro lettori che avranno la compiacenza di condividere con me le saggezze di un glorioso passato mai dimenticato e fonte attuale di feconda ispirazione. A presto, l’ora tarda e le zanzare mi suggeriscono di riporre il pc! :-)

Provincia Giovane: delegazione di giovani creativi in visita alla Provincia

agosto 1st, 2010

Visita di una delegazione di giovani italiani e francesi guidati dagli assessori Stefania Frizzo e Eleonora Fracca e provenienti dal Festival della Creatività organizzato da Torri Lab ed inserito nel circuito “Provincia Giovane”.

Il Festival dei Creativi prevede una serie di laboratori che vanno dall’arte floreale alla creazione di saponi, dal tango alla fotografia, dall’utilizzo del ferro a quello della corda e sono aperti ad un pubblico vasto ed eterogeneo. L’appuntamento è fino a domenica sera nella piazza del Municipio di Torri di Quartesolo, che si è trasformata in questi giorni in un grande contenitore di fantasia e arte, con una particolare attenzione all’ambiente e a tutte le eccezioni del termine “ecosostenibile”.

Fa’ la cosa giusta! Un video racconta il Piano Provinciale Giovani

agosto 1st, 2010

Il Circuito “Provincia Giovane” presenta il cortometraggio “Fa’ la cosa giusta“, proiettato in anteprima nel corso del convegno organizzato il 22 luglio a conclusione del progetto “Giovani Valori”.




Collegati alla pagina di Youtube

pagina youtube andrea pellizzari



Collegati alla pagina di Facebook

pagina youtube andrea pellizzari




Andrea Pellizzari Giovani


Sky3c Sponsored by Web Hosting