Sondaggio

Switch off, passaggio dall'analogico alla tv digitale, ti senti sufficientemente informato?

  • Sì, la campagna informativa è stata adeguata (43%, 107 Votes)
  • Nì, temo che i più anziani o distratti saranno in difficoltà (21%, 52 Votes)
  • No, poca o confusa (20%, 49 Votes)
  • Non so, non mi interessa (16%, 43 Votes)

Votanti: 251

Loading ... Loading ...

 

marzo: 2017
L M M G V S D
« gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Categorie

Commenti recenti

Link

Banda Larga in Veneto: investimento da 40 milioni

novembre 16th, 2011

Un momento della tavola rotonda: pellizzari, cogo, ardinghi, bianco, salin

Riportiamo da “La Domenica di Vicenza“  NR. 38 anno XVI DEL 12 NOVEMBRE 2011:

“Dopo l’investimento deciso dalla Regione (40 milioni alla tecnologia avanzata sul territorio) nella trasmissione In Piazza (di cui riportiamo i filmati) ci si interroga con gli addetti ai lavori: Matteo Salin di Confindustria, Luis Cogo di Telemar, Andrea Pellizzari della giunta provinciale e Anna Bianco presidente di Eldy, onlus che con un progetto diretto agli anziani con voglia di computer ha trovato collaborazione con la Provincia, ma ha sbaragliato il campo mediatico mondiale con la BBC in testa ed i maggiori quotidiani americani.”

Al via la nuova edizione del corso per giovani Amministratori della Provincia di Vicenza assieme alla Fondazione Universitaria CUOA

novembre 8th, 2011

Il sito del Moige segnala: FAMIGLIA. UN’ENCICLOPEDIA VIRTUALE DEDICATA ALLE MAMME

agosto 4th, 2011

Questa settimana il sito del Moige (Movimento Italiano Genitori) segnala l’iniziativa del sito “perlemamme“, descrivendolo come un’enciclopedia virtuale italiana interamente dedicata alle giovani coppie ed alle mamme in particolare.

Ecco il link per chi volesse approfondire.

Inaugurato il servizio “Perlemamme.it”, portale di informazioni per le giovani coppie

agosto 1st, 2011

 Si chiama “Perlemamme” ed è il primo portale di informazioni a 360 gradi validato da un Ente Pubblico. Realizzato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili della Provincia di Vicenza in collaborazione con il Comune di Vicenza, si è sviluppato nell’ambito del Piano Provinciale Giovani per rispondere ai bisogni informativi delle mamme e delle famiglie del territorio unendo, in un’unica piattaforma, contenuti certificati e innovativi strumenti di navigazione web.

Di seguito una rassegna stampa della conferenza di presentazione:

VicenzaPiù

La Provincia di Vicenza apre un Servizio gratuito di Mediazione Familiare

giugno 15th, 2011

“La separazione è quel momento emotivamente intenso in cui due persone stanno andando incontro ad un evento insieme, ma lo stanno affrontando separatamente” (R. E. Emery).

Il nuovo sportello gratuito di mediazione familiare, organizzato dalla Provincia di Vicenza in collaborazione con la Consigliera di Parità e la Commissione Provinciale per le Pari Opportunità e d’intesa con il Tribunale di Vicenza, l’Ordine degli Avvocati di Vicenza e l’ULSS 6, è un servizio gratuito rivolto a tutti i cittadini ed alle famiglie in crisi che abbiamo bisogno di un supporto, nell’ottica di favorire la bigenitorialità e la comunicazione all’interno della coppia. (continua…)

Apertura ad Arzignano di uno Sportello Badanti presso il Centro per l’impiego della Provincia

giugno 10th, 2011

Lo sportello badanti raddoppia e affianca alla sede centrale di Vicenza una sede decentrata ad Arzignano, ospitata nei locali del Centro per l’Impiego in via Diaz.

“Una decisione –precisa l’assessore al lavoro Morena Martini- dettata dall’esigenza di rispondere ad un numero sempre più elevato di famiglie alla ricerca di un assistente per gli anziani o i disabili. Un momento delicato per l’intero nucleo famigliare, che affida ad uno sconosciuto un proprio caro in situazione di fragilità.”

La Provincia di Vicenza quindi, con Veneto Lavoro e la Regione Veneto, si affianca alle famiglie e le guida non solo nella scelta dell’assistente, ma anche nella gestione del rapporto di lavoro. Parallelamente, lo sportello badanti è a disposizione di chi offre la propria opera, favorendo l’incrocio di domanda-offerta e creando occupazione. Oltre agli incontri personalizzati, lo sportello gestisce anche una banca dati accessibile a tutti sul sito www.euriclea.it dove si possono trovare i curricula degli aspiranti badanti, comprensivi di provenienza e attività professionale pregressa.

Attualmente, spiega il dirigente di Veneto Lavoro Giorgio Gardonio, si contano in Veneto oltre 70mila badanti, donne per il 95% dei casi, con regolare contratto di lavoro. L’80% sono stranieri, perlopiù provenienti dai Paesi dell’Est Europa, dalla Moldavia, dall’Ucraina e dalla Romania, ma gli italiani sono in aumento, spinti forse anche dalla crisi economica.

Nella banca dati dei lavoratori disponibili si contano 7.372 profili, 1.300 dei quali residenti nel vicentino e 50 nella sola Arzignano. “Quando abbiamo deciso di rafforzare il servizio –commenta Andrea Pellizzari, assessore provinciale agli sportelli decentrati- abbiamo scelto il territorio della ulss 5, molto ampio e con flussi notevoli di lavoratori. Qui c’è tanto lavoro e tanto siamo pronti a farne, interpretando il servizio di assistenza alla famiglia come un compito delicato in cui l’intervento del pubblico deve essere di garanzia ai privati in una scelta importante quanto delicata.”

Lo sportello badanti di Arzignano è aperto ogni martedì dalle 9 alle 12 e al pomeriggio (solo su appuntamento) dalle 14 alle 17.30.

“Siamo operativi da pochi giorni –afferma la responsabile del Centro per l’Impiego di Arzignano Lisa Lora- ma sono già tante le persone che ci hanno contattato, molte delle quali per avere consulenza e assistenza in merito alla gestione del rapporto di lavoro, ai sussidi di tipo economico ed operativo, al contratto da applicare nel rispetto della normativa.”

Il servizio è, naturalmente, gratuito.

Progetto “Giovani e meno giovani in Rete”, vincitori e premiazioni!

giugno 9th, 2011

anna bianco, nicol apolloni, alessia bevilacqua, andrea pellizzari

Oggi si sono svolte le premiazioni del progetto “Giovani e meno giovani in rete”, una cascata di premi, di sorrisi, complimenti ma soprattutto tanta soddisfazione hanno travolto i giovani tutor vicentini che hanno partecipato al progetto intergenerazioanle.
All’Itis Galilei di Arzignano sono stati presentati i risultati del progetto e si sono svolte le premiazioni finali della scuola, dell’insegnante e dei tutor che si sono maggiormente impegnati nell’iniziativa.
Le adesioni al progetto sono state positive con 200 ragazzi tutor e ben 300 adulti volenterosi di imparare una materia completamente nuova ed innovativa, quella di Internet e delle nuove tecnologie!!!
Sebbene tutti i tutor siano i veri vincitori morali dell’iniziativa, perchè con un pizzico di pazienza e di buona volontà hanno portato a casa la soddisfazione e l’entusiasmo impagabile dei propri allievi, vi sveliamo ora i vincitori ufficiali dell’edizione!

1^ scuola classificata:
Itis Galilei di Arzignano con 80 studenti coinvolti
Premio: LIM (offerto dallo sponsor Intervideo)

1^ prof. classificato:
Prof. Vulgaris (Itis Galilei)
Premio: Netbook (offerto dallo sponsor Spidi)

Tutor:
1°: Nicol Apolloni (Ceccato, 22 alunni) – premio: Ipad (offerto dallo sponsor Spidi)
2°: Liz Sanchez (Remondini, 12 alunni) – premio: Back protector Spidi (offerto dallo sponsor Spidi)
3°: Daiana Beltramello (Remondini, 9 alunni) – premio: Back protector Spidi (offerto dallo sponsor Spidi)
4° : Matteo Sitara (Galilei, 8 alunni)
5°: Michele Chierchia (Galilei,7 alunni)
6°: Marco Imboccioli (Pigafetta, 6 alunni)
7°: Lorenzo Marchelluzzo (Galilei, 4 alunni)
8°: Vojslav Josic (Ceccato, 4 alunni)
9°: Alberto Piazza (Ceccato, 3 alunni)
10°: Laura Gallio, Christian Rezk, Martina Capalbo, Giulia Ziliotto (Remondini)

I tutor classificati dal 4° al 10°posto hanno vinto una bellissima felpa Spidi offerta dall’omonimo sponsor!

A Padova un “Patto per il Territorio” tra Regione, Province e Comuni

maggio 18th, 2011

“Investimenti produttivi  “a rischio frane o allagamenti” non se ne fanno, senza sicurezza territoriale non può esserci crescita economica.” In questa efficace immagine del Direttore Generale A.N.B.I. (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni), Anna Maria Martuccelli, è racchiuso il senso dell’iniziativa dell’Unione Veneta Bonifiche che ha presentato a Padova mercoledì 18 maggio scorso le linee direttrici dei Protocolli d’Intesa, concordati con A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comuni Italiani) Veneto, Unione Regionale Province Venete e Protezione Civile Regionale.

I relatori. A fare da cornice è stata la tavola rotonda “Uniti per la sicurezza del territorio veneto”, cui hanno partecipato, a testimonianza dell’importanza dell’evento,Maurizio Conte e Daniele Stival (rispettivamente Assessore all’Ambiente ed Assessore alla Protezione Civile della Regione Veneto), Leonardo Muraro(Presidente di U.R.P.V. e della Provincia di Treviso), Andrea Pellizzari (A.N.C.I. Veneto), Roberto Tonellato (Unità Progetto Protezione Civile Veneto), Giuseppe Romano (Presidente U.V.B.).

Protocolli d’intesa siglati a breve. Il confronto ha confermato la necessità dimigliorare il coordinamento fra enti operanti sul territorio, avviando il percorso per individuare una regia unica e condivisa. I Protocolli d’Intesa, che saranno siglati, entro breve e che discendono da analoghi strumenti sottoscritti a livello nazionale, prevedono 5 obbiettivi: una pianificazione coordinata per la difesa idraulica, lo sviluppo di una progettualità condivisa, una gestione coordinata delle emergenze, la condivisione delle informazioni, azioni comuni di formazione e comunicazione.

Si apre così una pagina nuova soprattutto in materia di prevenzione del rischio idrogeologico, pur rimanendo irrisolte numerose questioni, in primis l’adeguamento della normativa sulla gestione del territorio, oggi frammentata e che dimentica un’evidenza: il fluire delle acque non rispetta i confini amministrativi. In apertura dell’iniziativa “Un patto per il territorio”, Andrea Crestani (Direttore Unione Veneta Bonifiche) ha riassunto i dati di una recente indagine SWG-ANBI sulla percezione del rischio idrogeologico: i veneti temono, soprattutto, allagamenti ed alluvioni, per la cui prevenzione attribuiscono un ruolo fondamentale agli enti di bonifica.

(fonte UVB)

Allo stadio di Arzignano i sindaci del Veneto sconfiggono i Parlamentari per 4 a 2, vince la solidarietà pro alluvionati di Caldogno

aprile 2nd, 2011

Stadio "T. Dal Molin" di Arzignano, squadre schierate e canto dell'inno nazionale prima del calcio d'inizio

Oggi splendida giornata di primavera al Parco dello Sport, presso lo stadio “T. Dal Molin” di Arzignano si svolge la partita benefica pro alluvionati tra la rappresentativa Anci Veneto e la Nazionale Parlamentari. Chi vincerà questa sfida Veneto vs Roma? … di sicuro la solidarietà, comunque Forza Veneto! ;-)

Ed ecco l’esito: dopo un primo tempo di studio conclusosi a reti inviolate, nel secondo parte la goleada ed i Sindaci del Veneto battono per 4 a 2 i Parlamentari. Da segnalare tra i giocatori della Nazionale Parlamentari le prestazioni ed i goals degli Onorevoli Paniz, Baldelli, Giorgetti e Martella, mentre tra le fila della rappresentativa dei Sindaci dell’Anci Veneto da registrare una maiuscola prestazione dei Sindaci Flavio Tosi e Carlo Nervo, segnalazione infine per il sindaco di Cornedo Martino Montagna che tra l’altro compiva gli anni! Buon compleanno!

Bellissima cornice di pubblico e toccante intervento dei rappresentanti del Comune di Caldogno a cui andranno i fondi raccolti per il campo da calcio sommerso dall’alluvione di novembre.

Ottima l’organizzazione da parte dell’ufficio sport del Comune di Arzignano e della Pro Loco.

Progetto “Giovani e Legalità” del tavolo “Provincia Giovane”

marzo 29th, 2011

In questi mesi stiamo realizzando negli istituti scolastici della provincia di Vicenza gli incontri con gli studenti che aderiscono al progetto “Giovani e Legalità” frutto di una vera e propria alleanza tra Provincia, Prefettura, Forze dell’Ordine, Ulss e Scuole.

Nell’incontro di ieri ad Arzignano presso l’Istituto “Da Vinci” e odierno a Montecchio Maggiore presso l’I.T.C. “Ceccato” (a cui si riferiscono le foto), è emerso un concetto chiave: Libertà è Legalità, la legalità tutela la libertà!

Due appuntamenti veramente importanti, che ci hanno permesso di conoscere i giovani, di entrare in contatto con loro per cercare di definire insieme il concetto di libertà attraverso il rispetto delle regole e delle norme. La libertà passa attraverso il riconoscimento e il rispetto delle norme sociali, perché ha un solo limite: la libertà degli altri.

In difesa della libertà intervengono da sempre le leggi che tracciano un perimetro di regole e di comportamenti. Si è discusso anche sulle leggi giuste, quelle che derivano dal diritto naturale, ossia il rispetto della vita e i diritti fondamentali. E se le leggi vengono intese come “ingiuste”, occorre comunque rispettarle, salvo eventualmente cambiarle. Così il ragazzi hanno riflettuto sul diritto di voto con cui scegliere i bravi legislatori, una grande forma di libertà purtroppo non concessa a tutti e spesso purtroppo considerata come un patrimonio acquisito e scontato. Ragazzi molto attenti, curiosi e pronti a riflessioni acute, c’è da avere fiducia nel contributo che potranno dare come giovani-adulti!

Relatori: ten. GdF Angelo Aloi, ass. comune Montecchio Leonardo Peotta, preside I.T.C. Ceccato, ass. provle Andrea Pellizzari

Assemblea d’istituto al Da Vinci di Arzignano: i ragazzi parlano di droga

marzo 8th, 2011

gli studenti dialogano sulla droga

Provincia di Vicenza: ente promotore e sostenitore della televisione digitale

febbraio 23rd, 2011

La Provincia di Vicenza è riuscita ad avere alcuni contributi per portare la televisione digitale terrestre anche in alcune zone montane ed è tra i principali promotori del servizio e-mail della regione a scopo di raccolta di segnalazioni e problemi riguardanti la nuova televisione

digitale terrestre si attiva anche la provincia

Fanghi e concia nell’ovest vicentino

febbraio 14th, 2011

Questo è il mio pensiero espresso in un’intervista rilasciata a Vicenza Più a firma Marco Milioni, di cui riporto il testo:

In Valchiampo prosegue il dibattito attorno all’impianto per smaltire gli scarti conciari. Pellizzari: «Se lo costruiranno non sarà un inceneritore». E intanto «il tempo corre veloce», da VicenzaPiù e Ovest-Alto Vicentino n.207 in distribuzione da venerdì e scaricabile da qui*.

L’ipotesi progettuale di un impianto per il trattamento dei fanghi del comparto conciario sta suscitando molte reazioni in Valchiampo.

La popolazione, la cittadinanza, gli imprenditori, la politica al momento si presentano in ordine sparso. Ma come mai l’impianto previsto ad Arzignano ha fatto irruzione sulla scena del dibattito dell’Ovest Vicentino? Il primo motivo riguarda lo smaltimento dei fanghi di conceria. Al ritmo attuale le discariche le quali ospitano tali scarti saranno colme. Per di più un recente provvedimento della Ue impedisce ai fanghi stessi, almeno nelle condizioni in cui vengono conferiti oggi, di continuare ad essere rilasciati in discarica.

All’interno di questo quadro l’ente sovracomunale che coordina la politica idrica dei comuni della zona (è l’Ato Valchiampo) ha nominato «una commissione di esperti» che avrà il compito di cercare una soluzione per trattare i fanghi in modo definitivo. I nuovi membri della commissione sono Paolo Canu, Gabriele Scaltriti e Vittorio Sandri che fanno riferimento all’Università di Padova; l’ex assessore all’ambiente di palazzo Nievo Walter Formenton, che è un chimico. Poi ci sono Lorenzo Asso, Daniele Refosco, Alessandro Rebellato, Maria Luisa Cracco di Acque del Chiampo, la municipalizzata che cura il ciclo idrico del comprensorio. E ancora: Luigi Culpo, Stefano Paccanaro e Luca Calderato di Medio Chiampo (un’altra spa municipalizzata del comprensorio); Fabio Strazzabosco della direzione regionale tutela ambiente nonché Andrea Baldisseri, funzionario settore ambiente della provincia berica. In ultimo Vincenzo Restaino direttore Arpav di Vicenza e Anna Tosini, direttore di Ato Valle del Chiampo.

La nomina dei commissari è avvenuta a fine gennaio, ma subito dopo sono giunte le prime polemiche e con esse l’interesse dei media. Il primo cittadino di Montecchio Maggiore, la leghista Milena Cecchetto, ha subito fatto sapere la contrarietà della giunta con un gigantesco striscione esposto lungo l’asse attrezzato che collega il casello di Alte-Montecchio alla grande rotatoria di Alte Ceccato. Ma il Pdl come la pensa? «Il fatto che usiamo toni misurati non significa che abbiamo poco da dire» spiega Andrea Pellizzari. Quest’ultimo non solo è uno dei consiglieri di spicco in seno all’assemblea municipale della città del Grifo, ma è anche assessore all’innovazione in provincia. Uno degli uomini di punta del Pdl nell’Ovest Vicentino quindi.

Allora Pellizzari come mai tanto clamore improvviso attorno a questo impianto. Che cosa sta succedendo?

«Anzitutto credo che sia necessario spiegare una cosa. L’impianto di cui si traccia un possibile identikit sui giornali non sarà un inceneritore; le ipotesi allo studio sono varie e sarà questa materia degli specialisti. Nel complesso questa è la base di partenza di ogni discorso, ovvero il no ad un impianto che brucia i fanghi».

E quindi?

«Se qualcuno pensa ad un qualcosa che brucia e che poi spara spara diossina nell’aria ovviamente ha sbagliato strada e commette un errore marchiano. Spero quindi che i media facciano un buon lavoro in tal senso e spieghino con rigore i termini della questione. E tengo a ribadire che se un giorno arrivasse sul tappeto l’ipotesi di un combustore, questa sarebbe seccamente respinta. Con la salute e con l’ambiente non si scherza. Per ottenere una cosa del genere dovrebbero passare sul cadavere del Pdl; sempre che ci si riesca. Poi c’è una seconda premessa da fare, che è importante quanto la prima».

Quale?

«La commssione non ha realizzato alcun progetto. Le è stato semplicemente assegnato un compito. Quello di studiare la possibilità di un impianto utile allo scopo. Se e solo se i riscontri scientifici saranno ampiamente confortanti. Se e solo se il progetto sarà accompagnato per mano e condiviso con la popolazione, allora si passerà alla fase operativa». (continua…)

M’Illumino di Meno 2011, Arzignano con Caterpillar!

febbraio 7th, 2011

Per il settimo anno consecutivo, la trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su RAI Radio 2, propone la Giornata del Risparmio Energetico denominata “M’illumino di meno” e che è stata fissata per il giorno 18 febbraio 2011. L’Amministrazione comunale raccoglie l’invito e propone ai cittadini di portarsi in piazza per vivere in maniera festosa diverse iniziative per il risparmio energetico e l’utilizzo di energie alternative. Scopo dell’iniziativa: creare quel “silenzio energetico” che ha coinvolto le piazze di tutt’Europa negli anni scorsi, per fare spazio, dove possibile, ad un’accensione virtuosa, a base di fonti rinnovabili. Ed il prossimo 18 febbraio, in aggiunta alle consuete modalità, propone un intervento che si ricollega ai 150 anni dall’unità d’Italia : l’accensione di luci “pulite” a tema tricolore in contestualità agli spegnimenti simbolici.
Ecco il programma delle iniziative per grandi e piccini, con la collaborazione di Confcommercio, Le Botteghe di Arzignano, Pro Loco e Associazione Noi Arzignano:

Biblioteca Civica G. Bedeschi

18:00 FAVOLE AL LUME DI CANDELA per i più piccoli con un simpatico regalo (prenotazione in biblioteca)
19:30 e 21:00 videoproiezione del film RICETTE PER IL DISASTRO John Webster – Documentario – Finlandia, 2008, 85′ Cinemambiente Tour con distribuzione di lampade a basso consumo

Piazza Marconi

19:00 ANIMAZIONE DI STRADA
20:30 LANTERNE LUMINOSE VOLANTI – accensione e lancio lanterne tricolori
20:45 CORO “EL VAJO” – Canti popolari e di montagna

Bar di Villa Mattarello
21:00 concerto acustico con la musica e la band di BRUNO MONTORIO

Fino alle 20:30
APERTURA STRAORDINARIA delle Botteghe di Arzignano,
spegnimento simbolico dell’illuminazione pubblica delle Piazze e della Rocca di Castello,
accensione lumi colorati ad evocare il TRICOLORE italiano

Provincia Giovane e Fondazione Cuoa, diplomi ai giovani amministratori doc

febbraio 1st, 2011

Provincia Giovane e Fondazione Cuoa: consegna diplomi del primo corso per Giovani Amministratori Pubblici

gennaio 29th, 2011

Alleanza per l’innovazione tra le Province Venete e il Ministro Renato Brunetta

gennaio 28th, 2011

(da sx a dx) pellizzari, virgili, bottacin, degani, brunetta, muraro, zaccariotto, miozzi

Sottoscritto oggi a Padova un protocollo d’intesa tra il Ministero per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione e l’Unione Regionale delle Province del Veneto con l’obiettivo di realizzare un programma di interventi che porti all’innovazione tecnologica nell’azione e nei servizi degli enti pubblici.  Presenti il ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, la presidente della Provincia di Padova Barbara Degani, il presidente della provincia di Treviso e dell’Urpv Leonardo Muraro e i presidenti delle Province di Rovigo Tiziana Michela Virgili, di Venezia Francesca Zaccariotto, di Belluno Gianpaolo Bottacin e di Verona Giovanni Mozzi ed il sottoscritto come assessore all’innovazione per la Provincia di Vicenza.
Questo protocollo, come riporta una nota della Provincia di Padova, risponde a tre criteri per i quali il ministro Brunetta ha chiesto la collaborazione delle Province. “Attraverso questa intesa – ha detto – mettiamo a disposizione gli strumenti per diffondere il Decreto legislativo 150 del 2009 che riguarda l’efficienza, la trasparenza e la lotta alla corruzione nella Pubblica amministrazione. Inoltre viene data attuazione al Codice amministrativo digitale favorendo l’utilizzo delle nuove tecnologie come la posta elettronica certificata, l’albo pretorio online, la comunicazione elettronica e tutti i servizi che le Province sono chiamate ad ottemperare da qui in avanti. Infine, il protocollo punta alla semplificazione attraverso la possibilità di fruire di servizi come i certificati medici online”. Il ministro ha inoltre evidenziato che “Questa rivoluzione non può essere portata a termine senza le Province perché danno supporto soprattutto ai piccoli Comuni per favorire una grande rivoluzione che porterà benefici a tutti cittadini”.
Tra i primi cambiamenti, si prevede la digitalizzazione dell’albo pretorio che potrà essere consultato in via telematica.

Per la Provincia di Vicenza si tratta in realtà di una seconda tappa di un percorso già iniziato a marzo del 2009, quando in Villa Cordellina il Ministro Brunetta ha firmato il protocollo “Innovazione” con il Presidente Schneck e dato l’avvio a tre progetti ” Mettiamoci la faccia, Reti Amiche e Linee Amiche” facendo diventare Vicenza, secondo le parole del Ministro, “il primo polo italiano di sperimentazione della nuova riforma della pubblica amministrazione“.

Alcuni servizi che adesso diventano obbligatori, quali per esempio l’albo pretorio on line, è da noi già attivo con soddisfazione da anni, analogo discorso per i processi di dematerializzazione dei documenti (che solo nei primi due anni ci han fatto risparmiare oltre 115.000 fogli di carta oltre a toner, stampanti, fotocopie, affrancature) e le procedure di iscrizione on line (che solo nel caso della Dichiarazione di Immediata Disponibilità degli insegnanti precari è stata scelta da ben 722 insegnanti su 1620 interessati con punte percentuali molto alte in alcune zone del vicentino, come a Lonigo, dove l’ha utilizzata il 61% degli utenti, ad Arzignano il 57% e a Vicenza il 56%), così come l’auspicato servizio di avvocatura a favore dei Comuni più piccoli, entrambi già premiati dallo stesso Ministro Brunetta con il concorso “Premiamo i Risultati”.

Concerto benefico pro alluvionati

gennaio 24th, 2011

Sabato Mara Venier presenta a Vicenza lo spettacolo per gli alluvionati

gennaio 20th, 2011

22 gennaio 2011, Vicenza & Friends: concerto benefico per gli alluvionati

gennaio 15th, 2011

Continuano gli eventi in tutta la provincia di Vicenza per aiutare chi è stato duramente colpito dall’alluvione di novembre scorso. Ecco infatti un nuovo grande evento sabato 22 gennaio al Centro Sport Palladio a partire dalle 21, organizzato dalla “Mannoia Eventi” assieme alla Provincia di Vicenza ed al Comune. Il concerto è intitolato “Vicenza & Friends” e vedrà all’opera sia artisti vicentini che nomi importanti del panorama nazionale.

I proventi del concerto saranno devoluti COME DONAZIONE VINCOLATA PER LE FAMIGLIE ALLUVIONATE ai seguenti Enti: CARITAS VICENTINA, COMUNE DI CALDOGNO, COMUNE DI VICENZA, PROTEZIONE CIVILE sezione di Vicenza

Tratto da Giornale di Vicenza e VicenzaLive

Pagina successiva »




Collegati alla pagina di Youtube

pagina youtube andrea pellizzari



Collegati alla pagina di Facebook

pagina youtube andrea pellizzari




Andrea Pellizzari Giovani


Sky3c Sponsored by Web Hosting