Sondaggio

Switch off, passaggio dall'analogico alla tv digitale, ti senti sufficientemente informato?

  • Sì, la campagna informativa è stata adeguata (43%, 107 Votes)
  • Nì, temo che i più anziani o distratti saranno in difficoltà (21%, 52 Votes)
  • No, poca o confusa (20%, 49 Votes)
  • Non so, non mi interessa (16%, 43 Votes)

Votanti: 251

Loading ... Loading ...

 

settembre: 2017
L M M G V S D
« gen    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Categorie

Commenti recenti

Link

Banda Larga in Veneto: investimento da 40 milioni

novembre 16th, 2011

Un momento della tavola rotonda: pellizzari, cogo, ardinghi, bianco, salin

Riportiamo da “La Domenica di Vicenza“  NR. 38 anno XVI DEL 12 NOVEMBRE 2011:

“Dopo l’investimento deciso dalla Regione (40 milioni alla tecnologia avanzata sul territorio) nella trasmissione In Piazza (di cui riportiamo i filmati) ci si interroga con gli addetti ai lavori: Matteo Salin di Confindustria, Luis Cogo di Telemar, Andrea Pellizzari della giunta provinciale e Anna Bianco presidente di Eldy, onlus che con un progetto diretto agli anziani con voglia di computer ha trovato collaborazione con la Provincia, ma ha sbaragliato il campo mediatico mondiale con la BBC in testa ed i maggiori quotidiani americani.”

Fibra ottica in 15 comuni (Giornale di Vicenza 24/06/2011)

giugno 24th, 2011

Settanta km di fibra ottica nel vicentino grazie all’impegno di Ministero, Regione, Provincia e Comuni

giugno 16th, 2011

Settanta chilometri di fibra ottica nel vicentino grazie al finanziamento di 12 milioni di Regione Veneto e Ministero per lo Sviluppo Economico.
Quindici i Comuni interessati (Agugliaro, Arcugnano, Arzignano, Barbarano Vicentino, Bressanvido, Camisano Vicentino, Castegnero, Gambellara, Grumolo delle Abbadesse, Malo, Monteviale, Salcedo, San Germano dei Berici, Schiavon, Schio) mentre alla Provincia spetta il compito di coordinare enti locali e istituzioni coinvolte, comprese le aziende municipalizzate che si occupano dei sottoservizi, in modo da facilitare e velocizzare le operazioni di scavo e di posa in opera. Un ruolo già positivamente sperimentato con il progetto di estensione della banda larga attraverso il WiMax in alcune aree non coperte del territorio (aree a c.d. Obiettivo 2 e fallimento di mercato).

Rispondiamo ad un’esigenza dei cittadini che sempre più, per studio e per lavoro, hanno necessità di navigare velocemente in rete. Il rischio, in caso contrario, è di rimanere fuori dal mercato globalizzato, con evidenti ricadute sia in termini economici che sociali. Un rischio messo in luce nei giorni scorsi anche dall’AgCom, l’Autorità per le Comunicazioni, che ha evidenziato come gli italiani siano ai primi posti per la navigazione in rete via telefonino o chiavetta, ma sull’orlo della retrocessione in serie B per numero di abitazioni connesse in banda larga sia mobile che fissa.

Questa mattina abbiamo chiamato a raccolta tutti i protagonisti del progetto per fare il punto della situazione. Palpabile era l’entusiasmo dei Sindaci dei Comuni dove verrà posata la fibra ottica, che potranno finalmente mettere i concittadini nelle condizioni di accedere alla rete in maniera veloce. Alcuni Comuni provvederanno in prima persona alla posa dei cavidotti dove già ci sono lavori in corso. In questo modo avremo un’economia di scala che ci permetterà di avere soldi a disposizione da reinvestire sul territorio, magari anche aumentando il numero dei Comuni a cui fornire la banda larga.

La nuova rete sarà pronta, indicativamente, tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013. Sarà una rete pubblica, a disposizione di tutti gli operatori che erogano servizi di telecomunicazione ai quali verrà messa a disposizione una connessione a 20 mega, portando quindi un beneficio a lungo termine e rispondendo al mercato dei prossimi 10 anni.

La Provincia di Vicenza apre un Servizio gratuito di Mediazione Familiare

giugno 15th, 2011

“La separazione è quel momento emotivamente intenso in cui due persone stanno andando incontro ad un evento insieme, ma lo stanno affrontando separatamente” (R. E. Emery).

Il nuovo sportello gratuito di mediazione familiare, organizzato dalla Provincia di Vicenza in collaborazione con la Consigliera di Parità e la Commissione Provinciale per le Pari Opportunità e d’intesa con il Tribunale di Vicenza, l’Ordine degli Avvocati di Vicenza e l’ULSS 6, è un servizio gratuito rivolto a tutti i cittadini ed alle famiglie in crisi che abbiamo bisogno di un supporto, nell’ottica di favorire la bigenitorialità e la comunicazione all’interno della coppia. (continua…)

A Vicenza la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro è on line grazie alla collaborazione tra Innovazione e Lavoro della Provincia, Inps e Ufficio Scolastico Provinciale

giugno 13th, 2011

Anche per quest’anno è possibile per gli insegnanti e per il personale ATA con contratto a termine presentare  la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro attraverso il sito web della Provincia di Vicenza.

E’ possibile fare richiesta delle credenziali di accesso prima della scadenza del rapporto di lavoro. La dichiarazione di immediata disponibilità deve invece essere presentata a partire dal giorno successivo al termine del contratto.

Per informazioni sulla procedura DID online.

Niente file agli sportelli dei Centri per l’Impiego provinciale, niente lunghe attese e spostamenti: gli insegnanti precari che a giugno hanno dovuto presentare la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (Did) hanno potuto utilizzare la procedura on-line elaborata dall’assessorato all’innovazione provinciale su input dell’assessorato all’istruzione e al lavoro.

Di seguito i numeri del lancio del servizio nel 2010 e l’intervista della conferenza stampa:
Un sistema grandemente apprezzato, visto che è stato scelto da 722 insegnanti, corrispondenti al 44,6% del totale. Una percentuale di tutto rilievo, soprattutto se si considera che il metodo era sperimentale, attivato quest’anno per la prima volta.Un metodo unico in Italia, che ha incrociato dati provinciali e dati Inps per via telematica. Dal sito della Provincia era possibile portare a termine la dichiarazione di immediata disponibilità, mentre da quello di Inps era possibile iscriversi alle liste di disoccupazione.

Con un duplice obiettivo: da un lato ridurre il disagio, sia in termini di tempo che di spostamenti, degli insegnati precari, dall’altro snellire il lavoro dei Centri per l’Impiego e degli sportelli Inps.

Su 1620 insegnanti precari interessati, 722 hanno scelto la procedura on line. Con punte percentuali molto alte in alcune zone del vicentino, come a Lonigo, dove l’ha utilizzata il 61% degli utenti, ad Arzignano il 57% e a Vicenza il 56%.

Apertura ad Arzignano di uno Sportello Badanti presso il Centro per l’impiego della Provincia

giugno 10th, 2011

Lo sportello badanti raddoppia e affianca alla sede centrale di Vicenza una sede decentrata ad Arzignano, ospitata nei locali del Centro per l’Impiego in via Diaz.

“Una decisione –precisa l’assessore al lavoro Morena Martini- dettata dall’esigenza di rispondere ad un numero sempre più elevato di famiglie alla ricerca di un assistente per gli anziani o i disabili. Un momento delicato per l’intero nucleo famigliare, che affida ad uno sconosciuto un proprio caro in situazione di fragilità.”

La Provincia di Vicenza quindi, con Veneto Lavoro e la Regione Veneto, si affianca alle famiglie e le guida non solo nella scelta dell’assistente, ma anche nella gestione del rapporto di lavoro. Parallelamente, lo sportello badanti è a disposizione di chi offre la propria opera, favorendo l’incrocio di domanda-offerta e creando occupazione. Oltre agli incontri personalizzati, lo sportello gestisce anche una banca dati accessibile a tutti sul sito www.euriclea.it dove si possono trovare i curricula degli aspiranti badanti, comprensivi di provenienza e attività professionale pregressa.

Attualmente, spiega il dirigente di Veneto Lavoro Giorgio Gardonio, si contano in Veneto oltre 70mila badanti, donne per il 95% dei casi, con regolare contratto di lavoro. L’80% sono stranieri, perlopiù provenienti dai Paesi dell’Est Europa, dalla Moldavia, dall’Ucraina e dalla Romania, ma gli italiani sono in aumento, spinti forse anche dalla crisi economica.

Nella banca dati dei lavoratori disponibili si contano 7.372 profili, 1.300 dei quali residenti nel vicentino e 50 nella sola Arzignano. “Quando abbiamo deciso di rafforzare il servizio –commenta Andrea Pellizzari, assessore provinciale agli sportelli decentrati- abbiamo scelto il territorio della ulss 5, molto ampio e con flussi notevoli di lavoratori. Qui c’è tanto lavoro e tanto siamo pronti a farne, interpretando il servizio di assistenza alla famiglia come un compito delicato in cui l’intervento del pubblico deve essere di garanzia ai privati in una scelta importante quanto delicata.”

Lo sportello badanti di Arzignano è aperto ogni martedì dalle 9 alle 12 e al pomeriggio (solo su appuntamento) dalle 14 alle 17.30.

“Siamo operativi da pochi giorni –afferma la responsabile del Centro per l’Impiego di Arzignano Lisa Lora- ma sono già tante le persone che ci hanno contattato, molte delle quali per avere consulenza e assistenza in merito alla gestione del rapporto di lavoro, ai sussidi di tipo economico ed operativo, al contratto da applicare nel rispetto della normativa.”

Il servizio è, naturalmente, gratuito.

Provincia di Vicenza: ente promotore e sostenitore della televisione digitale

febbraio 23rd, 2011

La Provincia di Vicenza è riuscita ad avere alcuni contributi per portare la televisione digitale terrestre anche in alcune zone montane ed è tra i principali promotori del servizio e-mail della regione a scopo di raccolta di segnalazioni e problemi riguardanti la nuova televisione

digitale terrestre si attiva anche la provincia

Provincia di Vicenza “prima della classe” su web! Certifica il Ministro Renato Brunetta :-)

gennaio 31st, 2011

“Giovani e meno giovani in Rete”, il progetto fa tappa al Liceo Da Vinci di Arzignano

gennaio 29th, 2011

Pellizzari e Bianco di fronte alla platea di rappresentanti dell'Istituto Da Vinci di Arzignano

Ecco il resoconto del Corriere Vicentino.

Alleanza per l’innovazione tra le Province Venete e il Ministro Renato Brunetta

gennaio 28th, 2011

(da sx a dx) pellizzari, virgili, bottacin, degani, brunetta, muraro, zaccariotto, miozzi

Sottoscritto oggi a Padova un protocollo d’intesa tra il Ministero per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione e l’Unione Regionale delle Province del Veneto con l’obiettivo di realizzare un programma di interventi che porti all’innovazione tecnologica nell’azione e nei servizi degli enti pubblici.  Presenti il ministro per la Pubblica amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta, la presidente della Provincia di Padova Barbara Degani, il presidente della provincia di Treviso e dell’Urpv Leonardo Muraro e i presidenti delle Province di Rovigo Tiziana Michela Virgili, di Venezia Francesca Zaccariotto, di Belluno Gianpaolo Bottacin e di Verona Giovanni Mozzi ed il sottoscritto come assessore all’innovazione per la Provincia di Vicenza.
Questo protocollo, come riporta una nota della Provincia di Padova, risponde a tre criteri per i quali il ministro Brunetta ha chiesto la collaborazione delle Province. “Attraverso questa intesa – ha detto – mettiamo a disposizione gli strumenti per diffondere il Decreto legislativo 150 del 2009 che riguarda l’efficienza, la trasparenza e la lotta alla corruzione nella Pubblica amministrazione. Inoltre viene data attuazione al Codice amministrativo digitale favorendo l’utilizzo delle nuove tecnologie come la posta elettronica certificata, l’albo pretorio online, la comunicazione elettronica e tutti i servizi che le Province sono chiamate ad ottemperare da qui in avanti. Infine, il protocollo punta alla semplificazione attraverso la possibilità di fruire di servizi come i certificati medici online”. Il ministro ha inoltre evidenziato che “Questa rivoluzione non può essere portata a termine senza le Province perché danno supporto soprattutto ai piccoli Comuni per favorire una grande rivoluzione che porterà benefici a tutti cittadini”.
Tra i primi cambiamenti, si prevede la digitalizzazione dell’albo pretorio che potrà essere consultato in via telematica.

Per la Provincia di Vicenza si tratta in realtà di una seconda tappa di un percorso già iniziato a marzo del 2009, quando in Villa Cordellina il Ministro Brunetta ha firmato il protocollo “Innovazione” con il Presidente Schneck e dato l’avvio a tre progetti ” Mettiamoci la faccia, Reti Amiche e Linee Amiche” facendo diventare Vicenza, secondo le parole del Ministro, “il primo polo italiano di sperimentazione della nuova riforma della pubblica amministrazione“.

Alcuni servizi che adesso diventano obbligatori, quali per esempio l’albo pretorio on line, è da noi già attivo con soddisfazione da anni, analogo discorso per i processi di dematerializzazione dei documenti (che solo nei primi due anni ci han fatto risparmiare oltre 115.000 fogli di carta oltre a toner, stampanti, fotocopie, affrancature) e le procedure di iscrizione on line (che solo nel caso della Dichiarazione di Immediata Disponibilità degli insegnanti precari è stata scelta da ben 722 insegnanti su 1620 interessati con punte percentuali molto alte in alcune zone del vicentino, come a Lonigo, dove l’ha utilizzata il 61% degli utenti, ad Arzignano il 57% e a Vicenza il 56%), così come l’auspicato servizio di avvocatura a favore dei Comuni più piccoli, entrambi già premiati dallo stesso Ministro Brunetta con il concorso “Premiamo i Risultati”.

Progetto Eldy: gli alunni in cattedra, insegnano ad usare il computer. Si parte dal Liceo Pigafetta di Vicenza

gennaio 21st, 2011

Giovani e adulti, mondi apparentemente lontani e che la tecnologia rende ancora più distanti; un concorso per provare a ridurre il solco e ad instaurare il dialogo tra generazioni; sette istituti superiori che raccolgono la sfida a colpi di mouse e di intuizioni. Sono questi gli ingredienti del progetto-concorso “Giovani e meno giovani in rete”, ideato da Eldy, l’associazione che propone lo sviluppo della conoscenza informatica tra le fasce più adulte della popolazione, e presentato questa mattina nell’aula magna del Liceo Classico “A.Pigafetta” di Vicenza. Ecco il resoconto di Vicenza Più.

Switch off in provincia di Vicenza, dall’analogico alla tv digitale

novembre 24th, 2010
Nando il  telecomando

Nando il telecomando, la mascotte dello switch off

Tra il 30 novembre ed il 1° dicembre il territorio della provincia di Vicenza passerà alla ricezione dei canali televisivi con il sistema digitale terrestre. La Televisione Digitale Terrestre sigla DTT, che deriva dal termine inglese Digital Terrestrial Television, non è altro che la trasmissione del segnale televisivo rappresentato in forma digitale. E’ un’importante innovazione tecnologica che nella nostra provincia interesserà e coinvolgerà in questo cambiamento quasi 400mila famiglie. (continua…)

Eldy in Rosa, successo di adesioni

novembre 21st, 2010
Eldy in Rosa

Corsiste del programma Eldy in Rosa

4 lezioni dal 28/10 al 18/11 dalle ore 14,30 alle 17,30

La Provincia di Vicenza in collaborazione con i comuni di Arzignano, Bassano del Grappa, Nove e con L’Associazione Eldy Onlus ha promosso corsi di alfabetizzazione informatica per favorire l’integrazione delle donne al computer. Obiettivo: PC e uso della Rete diventino facile per tutti, anche per i meno “smanettoni”!

Eldy in rosa si è prefissa lo scopo di coinvolgere le donne vicentine, siano esse casalinghe, imprenditrici, studentesse, immigrate per consentire loro di sfruttare al meglio le possibilità che la Rete può offrire. Ed il risultato è stato sorprendente!

Federalismo E’ Partecipazione – progetto Demotopia della Regione Veneto

novembre 15th, 2010

Federalismo E’ Partecipazione – progetto Demotopia della Regione Veneto

Inaugurazione in piazza ad Arzignano della “Free Wi-Fi Zone” assieme al camper del progetto Eldy

settembre 16th, 2010

Free Wi Fi Zone

Con grande soddisfazione oggi abbiamo inaugurato in piazza ad Arzignano la nuova wi-fi free zone e la città diventa ancora più web 2.0!

Merito dell’assessore all’innovazione Mattia Pieropan che ha lavorato duramente per questo obiettivo che si aggiunge ad altri già conseguiti nella strada della modernità e della interazione tra cittadini e amministrazione, ma soprattutto tra la Città ed il Mondo! Al contempo si valorizzano le splendide piazze della città, rendendole più fruibili e vivibili.

Lo facciamo assieme agli anziani e al camper multimediale del progetto Eldy, attraverso il quale già imparano ad usare il computer ed internet, che saranno i primi a testare il servizio che inauguriamo e che attraverso un sms, con il quale sarà fornita una password, consentirà di navigare per due ore di connessione gratuita offerte dal Comune grazie ad un accordo con la ditta Telemar.

Lotta al “digital divide”, un impegno costante dal progetto Eldy all’estensione della Banda Larga

agosto 21st, 2010

Ecco una riflessione sullo stato di attuazione del progetto di innovazione tecnologica in provincia di Vicenza che prevede la lotta al digital divide tramite azioni di alfabetizzazione digitale (quali per esempio il “progetto Eldy” e azioni di “cultura della Rete”) e l’estensione della Banda Larga in particolare nei territori svantaggiati e presso le fasce deboli della popolazione.

Progetto “No Paper”, risparmiati 115 mila fogli di carta

agosto 16th, 2010

Continua con soddisfazione il progetto “No Paper”, risparmiati 115 mila fogli di carta, ecco numeri e risultati.

Con Provincia e Regione arriva la Banda Larga in Alta Valle del Chiampo

agosto 10th, 2010

Soddisfazione per come procede il progetto di riduzione del digital divide tramite l’estensione della Banda Larga nelle zone più svantaggiate della provincia grazie all’accordo con la Regione Veneto di cui abbiamo dato conto nei mesi scorsi. Qui si delinea lo stato del servizio nei comuni dell’Alta Valle del Chiampo che, grazie all’interessamento dei sindaci di Altissimo, Crespadoro, San Pietro Mussolino, Nogarole e del consigliere provinciale Massimo Confente, hanno sempre seguito con attenzione ed interesse il progetto della Provincia.

Avvocatura Unica Provinciale, un progetto di successo: ecco i numeri

luglio 29th, 2010

Il servizio di Avvocatura Unica Provinciale nasce da una parte dalla volontà di dare una risposta alle esigenze “legali” della Provincia senza fare ricorso a incarichi esterni e dall’altra dall’attenzione verso i nostri Comuni, a partire da quelli più piccoli, le cui dimensioni ridotte non consentono di permettersi un ufficio legale interno. Nel solo 2009 la Provincia ha saldato avvocati esterni incaricati prima del 2005 per un totale di 169.691,38 euro. Ciò significa che dal 2005 in poi si sono risparmiate svariate centinaia di migliaia di euro grazie ad una gestione totalmente interna di un totale di oltre 800 cause.

Soddisfazione anche sul fronte dei servizi offerti ai Comuni convenzionati, come scrive il Presidente Schneck nella sua relazione di luglio sulla manovra economica: ”Un discorso a parte merita l’Avvocatura Unica, ufficio legale che la Provincia ha messo a disposizione dei Comuni. Sono 41 i Comuni aderenti, che si avvalgono di pareri e assistenza giudiziale e stragiudiziale. Si calcola verosimilmente un risparmio per i Comuni di oltre 150mila euro“.

Questo progetto è stato infine premiato dal Ministro Renato Brunetta come buona pratica nel concorso “Premiamo i risultati 2010“.

Avvocatura Unica Provinciale, numeri e risultati premiati da Brunetta, Giornale di Vicenza, 28_luglio_2010

Innovazione e trasparenza in Provincia: tempi certi e snellimento dei procedimenti come piace a Brunetta

luglio 9th, 2010

Tempi di risposta certi. La Provincia dà regole, Giornale di Vicenza, 07_luglio_2010

Pagina successiva »




Collegati alla pagina di Youtube

pagina youtube andrea pellizzari



Collegati alla pagina di Facebook

pagina youtube andrea pellizzari




Andrea Pellizzari Giovani


Sky3c Sponsored by Web Hosting