Sondaggio

Switch off, passaggio dall'analogico alla tv digitale, ti senti sufficientemente informato?

  • Sì, la campagna informativa è stata adeguata (43%, 107 Votes)
  • Nì, temo che i più anziani o distratti saranno in difficoltà (21%, 52 Votes)
  • No, poca o confusa (20%, 49 Votes)
  • Non so, non mi interessa (16%, 43 Votes)

Votanti: 251

Loading ... Loading ...

 

luglio: 2017
L M M G V S D
« gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Categorie

Commenti recenti

Link

Rapporto Caio sul futuro della banda larga in Italia

gennaio 30th, 2014
“Raggiungere gli obbiettivi Europei 2020 della banda larga in Italia: prospettive e sfide”, questo è il titolo del rapporto alla Presidenza del Consiglio presentato oggi dal Commissario Francesco Caio assieme al team di esperti Scott Marcus & Gerard Pogorel. Qui di seguito le slides pubblicate oggi.

Open Government in tre mosse

aprile 2nd, 2013

Open Government

Rilancio una riflessione dell’ottimo Ernesto Belisario che nel suo blog evidenzia la potenza evocativa di questa immagine realizzata da Armel Le Coz e Cyril Lage della rete DemocratieOuverte.org . Anche in questo caso le immagini hanno una capacità divulgativa (se ben concepite) superiore a tomi di pagine scritte.

Banda Larga in Veneto: investimento da 40 milioni

novembre 16th, 2011

Un momento della tavola rotonda: pellizzari, cogo, ardinghi, bianco, salin

Riportiamo da “La Domenica di Vicenza“  NR. 38 anno XVI DEL 12 NOVEMBRE 2011:

“Dopo l’investimento deciso dalla Regione (40 milioni alla tecnologia avanzata sul territorio) nella trasmissione In Piazza (di cui riportiamo i filmati) ci si interroga con gli addetti ai lavori: Matteo Salin di Confindustria, Luis Cogo di Telemar, Andrea Pellizzari della giunta provinciale e Anna Bianco presidente di Eldy, onlus che con un progetto diretto agli anziani con voglia di computer ha trovato collaborazione con la Provincia, ma ha sbaragliato il campo mediatico mondiale con la BBC in testa ed i maggiori quotidiani americani.”

Inaugurazione ad Arzignano della casa di accoglienza intitolata ad Alice Dalli Cani

giugno 18th, 2011

Oggi il sindaco di Arzignano Gentilin, assieme al vicepresidente della Fondazione Cariverona Spiller, al presidente provinciale della Caritas don Sandonà, ai rappresentanti delle istituzioni dell’Ulss Ovest Vicentino ed agli eredi della signora Alice Dalli Cani, ha inaugurato la casa di inclusione sociale “Alice Dalli Cani” al numero 23 di via Chiampo.

La struttura è a disposizione delle persone in grave situazione di disagio personale, sociale, abitativo e lavorativo e che necessitano di un aiuto concreto. Gestita dalla Caritas Diocesana di Vicenza la casa “Alice Dalli Cani” potrà accogliere, aiutare e ridare nuove energie a chi si trova in difficoltà, per ritornare ad essere cittadini autonomi e attivi nella società.

E’ un bel progetto che sgorga dalla generosità della nostra Terra e che, in questi tempi di crisi, potrà portare sollievo a chi è meno fortunato.

Settanta km di fibra ottica nel vicentino grazie all’impegno di Ministero, Regione, Provincia e Comuni

giugno 16th, 2011

Settanta chilometri di fibra ottica nel vicentino grazie al finanziamento di 12 milioni di Regione Veneto e Ministero per lo Sviluppo Economico.
Quindici i Comuni interessati (Agugliaro, Arcugnano, Arzignano, Barbarano Vicentino, Bressanvido, Camisano Vicentino, Castegnero, Gambellara, Grumolo delle Abbadesse, Malo, Monteviale, Salcedo, San Germano dei Berici, Schiavon, Schio) mentre alla Provincia spetta il compito di coordinare enti locali e istituzioni coinvolte, comprese le aziende municipalizzate che si occupano dei sottoservizi, in modo da facilitare e velocizzare le operazioni di scavo e di posa in opera. Un ruolo già positivamente sperimentato con il progetto di estensione della banda larga attraverso il WiMax in alcune aree non coperte del territorio (aree a c.d. Obiettivo 2 e fallimento di mercato).

Rispondiamo ad un’esigenza dei cittadini che sempre più, per studio e per lavoro, hanno necessità di navigare velocemente in rete. Il rischio, in caso contrario, è di rimanere fuori dal mercato globalizzato, con evidenti ricadute sia in termini economici che sociali. Un rischio messo in luce nei giorni scorsi anche dall’AgCom, l’Autorità per le Comunicazioni, che ha evidenziato come gli italiani siano ai primi posti per la navigazione in rete via telefonino o chiavetta, ma sull’orlo della retrocessione in serie B per numero di abitazioni connesse in banda larga sia mobile che fissa.

Questa mattina abbiamo chiamato a raccolta tutti i protagonisti del progetto per fare il punto della situazione. Palpabile era l’entusiasmo dei Sindaci dei Comuni dove verrà posata la fibra ottica, che potranno finalmente mettere i concittadini nelle condizioni di accedere alla rete in maniera veloce. Alcuni Comuni provvederanno in prima persona alla posa dei cavidotti dove già ci sono lavori in corso. In questo modo avremo un’economia di scala che ci permetterà di avere soldi a disposizione da reinvestire sul territorio, magari anche aumentando il numero dei Comuni a cui fornire la banda larga.

La nuova rete sarà pronta, indicativamente, tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013. Sarà una rete pubblica, a disposizione di tutti gli operatori che erogano servizi di telecomunicazione ai quali verrà messa a disposizione una connessione a 20 mega, portando quindi un beneficio a lungo termine e rispondendo al mercato dei prossimi 10 anni.

A Vicenza la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro è on line grazie alla collaborazione tra Innovazione e Lavoro della Provincia, Inps e Ufficio Scolastico Provinciale

giugno 13th, 2011

Anche per quest’anno è possibile per gli insegnanti e per il personale ATA con contratto a termine presentare  la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro attraverso il sito web della Provincia di Vicenza.

E’ possibile fare richiesta delle credenziali di accesso prima della scadenza del rapporto di lavoro. La dichiarazione di immediata disponibilità deve invece essere presentata a partire dal giorno successivo al termine del contratto.

Per informazioni sulla procedura DID online.

Niente file agli sportelli dei Centri per l’Impiego provinciale, niente lunghe attese e spostamenti: gli insegnanti precari che a giugno hanno dovuto presentare la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (Did) hanno potuto utilizzare la procedura on-line elaborata dall’assessorato all’innovazione provinciale su input dell’assessorato all’istruzione e al lavoro.

Di seguito i numeri del lancio del servizio nel 2010 e l’intervista della conferenza stampa:
Un sistema grandemente apprezzato, visto che è stato scelto da 722 insegnanti, corrispondenti al 44,6% del totale. Una percentuale di tutto rilievo, soprattutto se si considera che il metodo era sperimentale, attivato quest’anno per la prima volta.Un metodo unico in Italia, che ha incrociato dati provinciali e dati Inps per via telematica. Dal sito della Provincia era possibile portare a termine la dichiarazione di immediata disponibilità, mentre da quello di Inps era possibile iscriversi alle liste di disoccupazione.

Con un duplice obiettivo: da un lato ridurre il disagio, sia in termini di tempo che di spostamenti, degli insegnati precari, dall’altro snellire il lavoro dei Centri per l’Impiego e degli sportelli Inps.

Su 1620 insegnanti precari interessati, 722 hanno scelto la procedura on line. Con punte percentuali molto alte in alcune zone del vicentino, come a Lonigo, dove l’ha utilizzata il 61% degli utenti, ad Arzignano il 57% e a Vicenza il 56%.

Sondaggio elettorale SWG: gradimento del sindaco di Arzignano Giorgio Gentilin a due anni di mandato

giugno 11th, 2011

A due anni dall’inizio del mandato del sindaco di Arzignano Giorgio Gentilin un sondaggio ne valuta il gradimento tra i cittadini, di seguito il link alla pagina del Corriere Vicentino che lo pubblica con i commenti della SWG (società che lo ha realizzato).

Interessanti gli esiti, ma soprattutto le valutazioni statistiche espresse.

Tratto da http://www.corrierevicentino.it/2011/06/sondaggio-swg-il-gradimento-del-sindaco.html

Progetto “Giovani e meno giovani in Rete”, vincitori e premiazioni!

giugno 9th, 2011

anna bianco, nicol apolloni, alessia bevilacqua, andrea pellizzari

Oggi si sono svolte le premiazioni del progetto “Giovani e meno giovani in rete”, una cascata di premi, di sorrisi, complimenti ma soprattutto tanta soddisfazione hanno travolto i giovani tutor vicentini che hanno partecipato al progetto intergenerazioanle.
All’Itis Galilei di Arzignano sono stati presentati i risultati del progetto e si sono svolte le premiazioni finali della scuola, dell’insegnante e dei tutor che si sono maggiormente impegnati nell’iniziativa.
Le adesioni al progetto sono state positive con 200 ragazzi tutor e ben 300 adulti volenterosi di imparare una materia completamente nuova ed innovativa, quella di Internet e delle nuove tecnologie!!!
Sebbene tutti i tutor siano i veri vincitori morali dell’iniziativa, perchè con un pizzico di pazienza e di buona volontà hanno portato a casa la soddisfazione e l’entusiasmo impagabile dei propri allievi, vi sveliamo ora i vincitori ufficiali dell’edizione!

1^ scuola classificata:
Itis Galilei di Arzignano con 80 studenti coinvolti
Premio: LIM (offerto dallo sponsor Intervideo)

1^ prof. classificato:
Prof. Vulgaris (Itis Galilei)
Premio: Netbook (offerto dallo sponsor Spidi)

Tutor:
1°: Nicol Apolloni (Ceccato, 22 alunni) – premio: Ipad (offerto dallo sponsor Spidi)
2°: Liz Sanchez (Remondini, 12 alunni) – premio: Back protector Spidi (offerto dallo sponsor Spidi)
3°: Daiana Beltramello (Remondini, 9 alunni) – premio: Back protector Spidi (offerto dallo sponsor Spidi)
4° : Matteo Sitara (Galilei, 8 alunni)
5°: Michele Chierchia (Galilei,7 alunni)
6°: Marco Imboccioli (Pigafetta, 6 alunni)
7°: Lorenzo Marchelluzzo (Galilei, 4 alunni)
8°: Vojslav Josic (Ceccato, 4 alunni)
9°: Alberto Piazza (Ceccato, 3 alunni)
10°: Laura Gallio, Christian Rezk, Martina Capalbo, Giulia Ziliotto (Remondini)

I tutor classificati dal 4° al 10°posto hanno vinto una bellissima felpa Spidi offerta dall’omonimo sponsor!

A Padova un “Patto per il Territorio” tra Regione, Province e Comuni

maggio 18th, 2011

“Investimenti produttivi  “a rischio frane o allagamenti” non se ne fanno, senza sicurezza territoriale non può esserci crescita economica.” In questa efficace immagine del Direttore Generale A.N.B.I. (Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni), Anna Maria Martuccelli, è racchiuso il senso dell’iniziativa dell’Unione Veneta Bonifiche che ha presentato a Padova mercoledì 18 maggio scorso le linee direttrici dei Protocolli d’Intesa, concordati con A.N.C.I. (Associazione Nazionale Comuni Italiani) Veneto, Unione Regionale Province Venete e Protezione Civile Regionale.

I relatori. A fare da cornice è stata la tavola rotonda “Uniti per la sicurezza del territorio veneto”, cui hanno partecipato, a testimonianza dell’importanza dell’evento,Maurizio Conte e Daniele Stival (rispettivamente Assessore all’Ambiente ed Assessore alla Protezione Civile della Regione Veneto), Leonardo Muraro(Presidente di U.R.P.V. e della Provincia di Treviso), Andrea Pellizzari (A.N.C.I. Veneto), Roberto Tonellato (Unità Progetto Protezione Civile Veneto), Giuseppe Romano (Presidente U.V.B.).

Protocolli d’intesa siglati a breve. Il confronto ha confermato la necessità dimigliorare il coordinamento fra enti operanti sul territorio, avviando il percorso per individuare una regia unica e condivisa. I Protocolli d’Intesa, che saranno siglati, entro breve e che discendono da analoghi strumenti sottoscritti a livello nazionale, prevedono 5 obbiettivi: una pianificazione coordinata per la difesa idraulica, lo sviluppo di una progettualità condivisa, una gestione coordinata delle emergenze, la condivisione delle informazioni, azioni comuni di formazione e comunicazione.

Si apre così una pagina nuova soprattutto in materia di prevenzione del rischio idrogeologico, pur rimanendo irrisolte numerose questioni, in primis l’adeguamento della normativa sulla gestione del territorio, oggi frammentata e che dimentica un’evidenza: il fluire delle acque non rispetta i confini amministrativi. In apertura dell’iniziativa “Un patto per il territorio”, Andrea Crestani (Direttore Unione Veneta Bonifiche) ha riassunto i dati di una recente indagine SWG-ANBI sulla percezione del rischio idrogeologico: i veneti temono, soprattutto, allagamenti ed alluvioni, per la cui prevenzione attribuiscono un ruolo fondamentale agli enti di bonifica.

(fonte UVB)

Good news from Japan

aprile 2nd, 2011

Questa è una di quelle notizie che aprono il cuore, nella triste vicenda giapponese (terremoto-maremoto-incidente nucleare) ricaviamo comunque una serie di esempi utili per non prostrarci, in primis lo splendido ed encomiabile comportamento di un popolo dignitoso e solidale, ma anche notizie come queste riaccendono la speranza!

L’ho pescata in rete dal corriere della sera on line, volevo condividerla con voi e vi segnalo il video.

Tsunami in Giappone, salvataggio di un cagnolino dopo tre settimane alla deriva

Progetto “Giovani e Legalità” del tavolo “Provincia Giovane”

marzo 29th, 2011

In questi mesi stiamo realizzando negli istituti scolastici della provincia di Vicenza gli incontri con gli studenti che aderiscono al progetto “Giovani e Legalità” frutto di una vera e propria alleanza tra Provincia, Prefettura, Forze dell’Ordine, Ulss e Scuole.

Nell’incontro di ieri ad Arzignano presso l’Istituto “Da Vinci” e odierno a Montecchio Maggiore presso l’I.T.C. “Ceccato” (a cui si riferiscono le foto), è emerso un concetto chiave: Libertà è Legalità, la legalità tutela la libertà!

Due appuntamenti veramente importanti, che ci hanno permesso di conoscere i giovani, di entrare in contatto con loro per cercare di definire insieme il concetto di libertà attraverso il rispetto delle regole e delle norme. La libertà passa attraverso il riconoscimento e il rispetto delle norme sociali, perché ha un solo limite: la libertà degli altri.

In difesa della libertà intervengono da sempre le leggi che tracciano un perimetro di regole e di comportamenti. Si è discusso anche sulle leggi giuste, quelle che derivano dal diritto naturale, ossia il rispetto della vita e i diritti fondamentali. E se le leggi vengono intese come “ingiuste”, occorre comunque rispettarle, salvo eventualmente cambiarle. Così il ragazzi hanno riflettuto sul diritto di voto con cui scegliere i bravi legislatori, una grande forma di libertà purtroppo non concessa a tutti e spesso purtroppo considerata come un patrimonio acquisito e scontato. Ragazzi molto attenti, curiosi e pronti a riflessioni acute, c’è da avere fiducia nel contributo che potranno dare come giovani-adulti!

Relatori: ten. GdF Angelo Aloi, ass. comune Montecchio Leonardo Peotta, preside I.T.C. Ceccato, ass. provle Andrea Pellizzari

I pray for Japan

marzo 12th, 2011



Le immagini che in queste ore arrivano dal Giappone colpito da eventi catastrofici sono sconvolgenti, rimango colpito dalla compostezza e dalla dignità con cui il popolo giapponese sta affrontando questa immane calamità, impotenti di fronte a tanto sconquasso vorremmo poter dare loro un aiuto, per ora l’arma più forte è pregare ed esporre un simbolo di solidarietà sperando che, come un’onda del mare, si propaghi e li raggiunga questa volta con una soffice carezza.

Esponiamo la loro bella e fiera bandiera, con semplicità e con compostezza, accompagnandola con un pensiero amorevole.

Fanghi e concia nell’ovest vicentino

febbraio 14th, 2011

Questo è il mio pensiero espresso in un’intervista rilasciata a Vicenza Più a firma Marco Milioni, di cui riporto il testo:

In Valchiampo prosegue il dibattito attorno all’impianto per smaltire gli scarti conciari. Pellizzari: «Se lo costruiranno non sarà un inceneritore». E intanto «il tempo corre veloce», da VicenzaPiù e Ovest-Alto Vicentino n.207 in distribuzione da venerdì e scaricabile da qui*.

L’ipotesi progettuale di un impianto per il trattamento dei fanghi del comparto conciario sta suscitando molte reazioni in Valchiampo.

La popolazione, la cittadinanza, gli imprenditori, la politica al momento si presentano in ordine sparso. Ma come mai l’impianto previsto ad Arzignano ha fatto irruzione sulla scena del dibattito dell’Ovest Vicentino? Il primo motivo riguarda lo smaltimento dei fanghi di conceria. Al ritmo attuale le discariche le quali ospitano tali scarti saranno colme. Per di più un recente provvedimento della Ue impedisce ai fanghi stessi, almeno nelle condizioni in cui vengono conferiti oggi, di continuare ad essere rilasciati in discarica.

All’interno di questo quadro l’ente sovracomunale che coordina la politica idrica dei comuni della zona (è l’Ato Valchiampo) ha nominato «una commissione di esperti» che avrà il compito di cercare una soluzione per trattare i fanghi in modo definitivo. I nuovi membri della commissione sono Paolo Canu, Gabriele Scaltriti e Vittorio Sandri che fanno riferimento all’Università di Padova; l’ex assessore all’ambiente di palazzo Nievo Walter Formenton, che è un chimico. Poi ci sono Lorenzo Asso, Daniele Refosco, Alessandro Rebellato, Maria Luisa Cracco di Acque del Chiampo, la municipalizzata che cura il ciclo idrico del comprensorio. E ancora: Luigi Culpo, Stefano Paccanaro e Luca Calderato di Medio Chiampo (un’altra spa municipalizzata del comprensorio); Fabio Strazzabosco della direzione regionale tutela ambiente nonché Andrea Baldisseri, funzionario settore ambiente della provincia berica. In ultimo Vincenzo Restaino direttore Arpav di Vicenza e Anna Tosini, direttore di Ato Valle del Chiampo.

La nomina dei commissari è avvenuta a fine gennaio, ma subito dopo sono giunte le prime polemiche e con esse l’interesse dei media. Il primo cittadino di Montecchio Maggiore, la leghista Milena Cecchetto, ha subito fatto sapere la contrarietà della giunta con un gigantesco striscione esposto lungo l’asse attrezzato che collega il casello di Alte-Montecchio alla grande rotatoria di Alte Ceccato. Ma il Pdl come la pensa? «Il fatto che usiamo toni misurati non significa che abbiamo poco da dire» spiega Andrea Pellizzari. Quest’ultimo non solo è uno dei consiglieri di spicco in seno all’assemblea municipale della città del Grifo, ma è anche assessore all’innovazione in provincia. Uno degli uomini di punta del Pdl nell’Ovest Vicentino quindi.

Allora Pellizzari come mai tanto clamore improvviso attorno a questo impianto. Che cosa sta succedendo?

«Anzitutto credo che sia necessario spiegare una cosa. L’impianto di cui si traccia un possibile identikit sui giornali non sarà un inceneritore; le ipotesi allo studio sono varie e sarà questa materia degli specialisti. Nel complesso questa è la base di partenza di ogni discorso, ovvero il no ad un impianto che brucia i fanghi».

E quindi?

«Se qualcuno pensa ad un qualcosa che brucia e che poi spara spara diossina nell’aria ovviamente ha sbagliato strada e commette un errore marchiano. Spero quindi che i media facciano un buon lavoro in tal senso e spieghino con rigore i termini della questione. E tengo a ribadire che se un giorno arrivasse sul tappeto l’ipotesi di un combustore, questa sarebbe seccamente respinta. Con la salute e con l’ambiente non si scherza. Per ottenere una cosa del genere dovrebbero passare sul cadavere del Pdl; sempre che ci si riesca. Poi c’è una seconda premessa da fare, che è importante quanto la prima».

Quale?

«La commssione non ha realizzato alcun progetto. Le è stato semplicemente assegnato un compito. Quello di studiare la possibilità di un impianto utile allo scopo. Se e solo se i riscontri scientifici saranno ampiamente confortanti. Se e solo se il progetto sarà accompagnato per mano e condiviso con la popolazione, allora si passerà alla fase operativa». (continua…)

Concerto benefico pro alluvionati

gennaio 24th, 2011

La Befana del secolo scorso

gennaio 6th, 2011

Ecco come nel 1897 la descriveva Giovanni Pascoli :

LA BEFANA
Viene viene la Befana,
vien dai monti a notte fonda.
Come è stanca! la circonda
neve, gelo e tramontana.
Viene viene la Befana. (continua…)

Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo

dicembre 24th, 2010

Un pensiero dedicato ai naviganti: Buon Natale e un 2011 scoppiettante!

Switch off in provincia di Vicenza, dall’analogico alla tv digitale

novembre 24th, 2010
Nando il  telecomando

Nando il telecomando, la mascotte dello switch off

Tra il 30 novembre ed il 1° dicembre il territorio della provincia di Vicenza passerà alla ricezione dei canali televisivi con il sistema digitale terrestre. La Televisione Digitale Terrestre sigla DTT, che deriva dal termine inglese Digital Terrestrial Television, non è altro che la trasmissione del segnale televisivo rappresentato in forma digitale. E’ un’importante innovazione tecnologica che nella nostra provincia interesserà e coinvolgerà in questo cambiamento quasi 400mila famiglie. (continua…)

Federalismo E’ Partecipazione – progetto Demotopia della Regione Veneto

novembre 15th, 2010

Federalismo E’ Partecipazione – progetto Demotopia della Regione Veneto

Villa Mattarello di Arzignano, restituito all’antico splendore il monumento della “Vittoria Alata”

agosto 22nd, 2010

Villa Mattarello è uno dei luoghi più cari agli arzignanesi oltre che uno degli edifici storici più pregevoli della città, da molti anni il piazzale antistante ospita il monumento bronzeo della “Vittoria Alata” realizzato dalla scultore Egisto Caldana ed eretto nel 1922 a imperitura memoria dei caduti per la Patria. Questo monumento versava da anni in uno stato di grave incuria e grazie all’intervento dell’attuale amministrazione Gentilin è ritornato finalmente all’antico splendore, qui di seguito possiamo ammirare il pregevole lavoro che si è concluso poco meno di un mese fa.


Questo documento video mostra quanto urgente fosse l’intervento realizzato con grande professionalità e tempestività, ora, messa in sicurezza l’opera, ritengo occorra pensare all’ulteriore valorizzazione del monumento e della villa, magari pensando ad un rilancio complessivo che dia maggior lustro e visibilità ad entrambe le opere orgoglio della Città.

Lotta al “digital divide”, un impegno costante dal progetto Eldy all’estensione della Banda Larga

agosto 21st, 2010

Ecco una riflessione sullo stato di attuazione del progetto di innovazione tecnologica in provincia di Vicenza che prevede la lotta al digital divide tramite azioni di alfabetizzazione digitale (quali per esempio il “progetto Eldy” e azioni di “cultura della Rete”) e l’estensione della Banda Larga in particolare nei territori svantaggiati e presso le fasce deboli della popolazione.

Pagina successiva »




Collegati alla pagina di Youtube

pagina youtube andrea pellizzari



Collegati alla pagina di Facebook

pagina youtube andrea pellizzari




Andrea Pellizzari Giovani


Sky3c Sponsored by Web Hosting